Comune Ustica

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Riserva Terrestre Naturale Orientata

E-mail Stampa PDF

Riserva Terrestre Naturale Orientata

RiservaNaturaleOrientata

REGOLAMENTO DI RISEVA NATURALE ORIENTATA ISOLA DI USTICA D.A. A.R.T.A. n. 820/44 del 20/11/97


DIVIETI ZONA A DI RISERVA

Art.2

  • Introdurre armi da caccia, esplosivi e qualsiasi altro mezzo di cattura o di danneggiamento degli animali;
  • trasportare armi di qualsiasi tipo, se non scariche e chiuse in apposita custodia. E’ fatta eccezione solo per motivi di difesa personale e con la prescritta specifica autorizzazione dell’autorità di P.S.;
  • eseguire movimenti di terreno, salvo che per motivi connessi ad attività consentite dal presente regolamento, previo Nulla Osta dell’ente gestore ;
  • allontanarsi da percorsi appositamente predisposti;
  • introdurre e impiegare qualsiasi mezzo di distruzione o di alterazione dei cicli biogeochimici;
  • accendere fuochi all’aperto fatto salvo quanto necessario per lo svolgimento delle attività agro-silvo-pastorali, previa comunicazione all’ente gestore;
  • svolgere attività pubblicitaria, organizzare manifestazioni folcloristiche e sportive non autorizzate dall’ente gestore;
  • usare apparecchi fonoriproduttori, se non in cuffia, salvo che nei casi di ricerca scientifica, servizio, vigilanza e soccorso;
  • attuare interventi che modifichino il regime, il corso o la composizione delle acque, fatte salve le esigenze di attività agricole preventivamente autorizzate dall’ente gestore, nonché di difesa antincendio;
  • aprire cave o miniere ed esercitare attività estrattive, nonché asportare materiale e scavare pozzi, realizzare opere di presa e distribuzione di acqua, cisterne, salvo che queste ultime non siano ad esclusivo servizio di abitazioni esistenti in zona A, previo nulla-osta dell’ente gestore;
  • esercitare qualsiasi attività comportante trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, ivi comprese : l’apertura di nuove strade o piste, nonché le modifiche plano altimetriche tipologiche e formali di quelle esistenti, la costruzione di elettrodotti, acquedotti, linee telefoniche e di impianti tecnologici a rete;
  • la realizzazione di nuovi sentieri;
  • danneggiare od occludere inghiottitoi e cavità naturali ed interrompere, anche solo parzialmente, eventuali emissioni fluide e/o gassose;
  • praticare campeggio o il bivacco;
  • realizzare nuove costruzioni;
  • la demolizione e ricostruzione degli immobili esistenti;
  • la collocazione di strutture prefabbricate anche mobili e di roulottes;
  • esercitare qualsiasi attività industriale;
  • realizzare discariche e qualsiasi altro impianto di smaltimento di rifiuti nonché scaricare terra o qualsiasi altro materiale solido o liquido;
  • asportare o danneggiare rocce, minerali, fossili e reperti di qualsiasi natura, anche se si presentano in frammenti sciolti superficiali;
  • esercitare la caccia e l’uccellaggione e apportare qualsiasi forma di disturbo alla fauna selvatica; molestare o catturare animali vertebrati o invertebrati; raccogliere, disturbare o distruggere nidi, uova, tane e giacigli;
  • distruggere, danneggiare o asportare vegetali di ogni specie e tipo, o parti di essi;
  • alterare l’equilibrio delle comunità biologiche naturali, con l’introduzione di specie estranee alla flora ed alla fauna autoctone;
  • impiantare serre;
  • abbandonare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori;
  • sorvolare con veicoli non autorizzati, salvo quanto definito dalle leggi sulla disciplina del volo e per motivi di soccorso e vigilanza;
  • esercitare attività sportive che compromettano l’integrità ambientale e la tranquillità dei luoghi, quali automobilismo, trial, motociclismo, motocross, deltaplanismo, etc;

Art. 8 – Gestione della fauna selvatica.

8.2   Non è consentito istituire e gestire zone di ripopolamento, centri pubblici e privati di riproduzione, zone per l’addestramento, l’allevamento e le gare dei cani, aziende faunistiche-venatorie, aziende agri-turismo-venatorie ed ogni altro istituto previsto della normativa in materia faunistico-venetoria che preveda comunque la cattura e/o l’abbattimento della fauna selvatica o di allevamento.

 

Art. 11 – Norma finale

Nella riserva è inoltre vietata ogni altra attività che possa compromettere la protezione del paesaggio, degli elementi naturali, della vegetazione e della fauna.

 

 

DIVIETI ZONA B DI RISERVA


Art. 4

  • Prelevare sabbia, terra, o altri materiali;
  • danneggiare od occludere inghiottitoi, cavità naturali, sorgenti;
  • praticare il campeggio o il bivacco al di fuori delle aree attrezzate;
  • realizzare nuove costruzioni;
  • la demolizione e ricostruzione degli immobili esistenti;
  • la collocazione di strutture prefabbricate anche mobili e di roulottes;
  • esercitare qualsiasi attività industriale;
  • realizzare discariche e qualsiasi altro impianto di smaltimento di rifiuti nonché scaricare terra o qualsiasi altro materiale solido o liquido;
  • asportare o danneggiare rocce, minerali, fossili e reperti di qualsiasi natura, anche se si presentano in frammenti sciolti superficiali;
  • esercitare la caccia e l’uccellaggione e apportare qualsiasi forma di disturbo alla fauna selvatica; molestare o catturare animali vertebrati o invertebrati; raccogliere, disturbare o distruggere nidi, uova, tane e giacigli;
  • distruggere, danneggiare o asportare vegetali di ogni specie e tipi, o parti di essi;
  • alterare l’equilibrio delle comunità biologiche naturali, con l’introduzione di specie estranee alla flora ed alla fauna autoctone;
  • impiantare serre;
  • abbandonare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori;
  • sorvolare con velivoli non autorizzati, salvo quanto definito dalle leggi sulla disciplina del volo e per motivi di soccorso e vigilanza;
  • esercitare attività sportive che compromettano l’integrità ambientale e la tranquillità dei luoghi, quali automobilismo, trial, motociclismo, motocross, deltaplanismo, etc.;

Art. 8 – Gestione della fauna selvatica.

8.2 Non è consentito istituire e gestire zone di ripopolamento, centri pubblici e privati di riproduzione, zone per l’addestramento, l’allenamento e le gare dei cani, aziende faunistico-venatorie, aziende agri-turistico-venatorie ed ogni altro istituto previsto dalla normativa in materia faunistico-venatoria che preveda comunque la cattura e/o l’abbattimento della fauna selvatica o di allevamento.


Art. 11 – Norma finale

Nella riserva è inoltre vietata ogni altra attività che possa compromettere la protezione del paesaggio, degli elementi naturali, della vegetazione e della fauna.


Art.2

Introdurre armi da caccia, esplosivi e qualsiasi altro mezzo di cattura o di danneggiamento degli animali;

trasportare armi di qualsiasi tipo, se non scariche e chiuse in apposita custodia. E’ fatta eccezione solo per motivi di difesa personale e con la prescritta specifica autorizzazione dell’autorità di P.S.;

eseguire movimenti di terreno, salvo che per motivi connessi ad attività consentite dal presente regolamento, previo Nulla Osta dell’ente gestore ;

allontanarsi da percorsi appositamente predisposti;

introdurre e impiegare qualsiasi mezzo di distruzione o di alterazione dei cicli biogeochimici;

accendere fuochi all’aperto fatto salvo quanto necessario per lo svolgimento delle attività agro-silvo-pastorali, previa comunicazione all’ente gestore;

svolgere attività pubblicitaria, organizzare manifestazioni folcloristiche e sportive non autorizzate dall’ente gestore;

usare apparecchi fonoriproduttori, se non in cuffia, salvo che nei casi di ricerca scientifica, servizio, vigilanza e soccorso;

attuare interventi che modifichino il regime, il corso o la composizione delle acque, fatte salve le esigenze di attività agricole preventivamente autorizzate dall’ente gestore, nonché di difesa antincendio;

aprire cave o miniere ed esercitare attività estrattive, nonché asportare materiale e scavare pozzi, realizzare opere di presa e distribuzione di acqua, cisterne, salvo che queste ultime non siano ad esclusivo servizio di abitazioni esistenti in zona A, previo nulla-osta dell’ente gestore;

esercitare qualsiasi attività comportante trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, ivi comprese : l’apertura di nuove strade o piste, nonché le modifiche plano altimetriche tipologiche e formali di quelle esistenti, la costruzione di elettrodotti, acquedotti, linee telefoniche e di impianti tecnologici a rete;

la realizzazione di nuovi sentieri;

danneggiare od occludere inghiottitoi e cavità naturali ed interrompere, anche solo parzialmente, eventuali emissioni fluide e/o gassose;

praticare campeggio o il bivacco;

realizzare nuove costruzioni;

la demolizione e ricostruzione degli immobili esistenti;

la collocazione di strutture prefabbricate anche mobili e di roulottes;

esercitare qualsiasi attività industriale;

realizzare discariche e qualsiasi altro impianto di smaltimento di rifiuti nonché scaricare terra o qualsiasi altro materiale solido o liquido;

asportare o danneggiare rocce, minerali, fossili e reperti di qualsiasi natura, anche se si presentano in frammenti sciolti superficiali;

esercitare la caccia e l’uccellaggione e apportare qualsiasi forma di disturbo alla fauna selvatica; molestare o catturare animali vertebrati o invertebrati; raccogliere, disturbare o distruggere nidi, uova, tane e giacigli;

distruggere, danneggiare o asportare vegetali di ogni specie e tipo, o parti di essi;

alterare l’equilibrio delle comunità biologiche naturali, con l’introduzione di specie estranee alla flora ed alla fauna autoctone;

impiantare serre;

abbandonare rifiuti al di fuori degli appositi contenitori;

sorvolare con veicoli non autorizzati, salvo quanto definito dalle leggi sulla disciplina del volo e per motivi di soccorso e vigilanza;

esercitare attività sportive che compromettano l’integrità ambientale e la tranquillità dei luoghi, quali automobilismo, trial, motociclismo, motocross, deltaplanismo, etc;

Art. 8 – Gestione della fauna selvatica.

8.2 Non è consentito istituire e gestire zone di ripopolamento, centri pubblici e privati di riproduzione, zone per l’addestramento, l’allevamento e le gare dei cani, aziende faunistiche-venatorie, aziende agri-turismo-venatorie ed ogni altro istituto previsto della normativa in materia faunistico-venetoria che preveda comunque la cattura e/o l’abbattimento della fauna selvatica o di allevamento.

Art. 11 – Norma finale

Nella riserva è inoltre vietata ogni altra attività che possa compromettere la protezione del paesaggio, degli elementi naturali, della vegetazione e della fauna.

 

 
banner orizzontale

News


SI INFORMANO GLI UTENTI CHE IL SERVIZIO MINIBUS PER CAUSE TECNICHE, DA OGGI LUNEDÌ 29 MAGGIO 2017 È SOSPESO. SARÀ CURA DI QUESTO UFFICIO COMUNICARE TEMPESTIVAMENTE IL RIPRISTINO DEL SERVIZIO E I NUOVI ORARI.
CI SCUSIAMO PER I DISAGI ARRECATI.
USTICA 29 maggio 2017
 
 

AVVISO AL PUBBLICO

 

 

SI INFORMANO GLI UTENTI CHE IL SERVIZIO MINIBUS DA GIOVEDÌ 27 APRILE P.V. VERRA SOSPESO. SARÀ CURA DI QUESTO UFFICIO COMUNICARE TEMPESTIVAMENTE IL RIPRISTINO DEL SERVIZIO E I NUOVI ORARI.

 

CI SCUSIAMO PER I DISAGI ARRECATI.

 

 

USTICA 26 aprile 2017

Il Gestore dei Trasporti

Gaetano Caminita

firmato

 
AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE D'INTERESSE A PARTECIPARE ALLA PROCEDURA DI AFFIDAMENTO DELLA CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE PERIODO 2016/2020 IN ESECUZIONE DELLA DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 07 del 12/05/2016.
 
 
 
 
Anche quest’anno, proprio come per la scorsa edizione dei Travelers Choice Islands awards di TripAdvisor, la Sicilia si riconferma la regione più premiata a livello nazionale.

La new entry è Ustica, che ottiene un ottimo quarto posto.

Ma Ustica ottiene un ottimo posizionamento per quel che riguarda le isole regine italiane del risparmio: a Ustica infatti il prezzo medio di una notte in hotel è 77 euro

 
Articolo Completo:
 
 
Il bando “Valore Paese – FARI”, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 12 ottobre 2015 e fino al 12 gennaio 2016 i soggetti interessati (persone fisiche, imprese, società, associazioni, fondazioni etc.) potranno presentare le proprie offerte per la concessione di uno o più lotti, ovvero FARI!
 
 
 
 
 
Qui di seguito è possibile visualizzare il verbale della gara
INTERVENTO DI RECUPERO E RISANAMENTO CONSERVATIVO DEI PLESSI SCOLASTICI DEL COMUNE DI USTICA
 
 
 
 
 

AVVISO

 

Si porta a conoscenza la cittadinanza che sono disponibili le nuove tariffe relative al consumo e distribuzione dell'acqua, tariffe IMU e TARSU.

Per una più facile consultazione è possibile visionare i seguenti documenti:


Tariffe consumo e distribuzione acqua

 

Tariife TARSU

 

Aliquote IMU e detrazioni

 

La Stazione Meterologica dell'  Aereonautica MIlitare Italiana permette di avere informazioni meteorologiche relative all' isola di Ustica.

Cliccate sull'immagine per visualizzare i dati in tempo reale.

 

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della repubblica Italiana n. 53 del 05.03.2010, con il numero progressivo 481 il decreto di finanziamento di Euro 80.000 per il 2009 e 30.000 per il 2011 destinato al Comune di Ustica e finalizzato  alla "realizzazione e manutenzione di strade rurali rivolte anche allo sviluppo del territorio turistico".

L'Amministrazione destinerà il finanziamento al recupero dei "muretti a secco" e di una vecchio sentiero ( non strada!!) che collegava la circonvallazione con il Gorgo Salato, luogo di ristoro invernale degli uccelli durante la migrazione,  recentemente  valorizzato.  

 

Partecipa alla vita amministrativa

Ti piace la grafica del sito
 

Statistiche

Tot. visite contenuti : 680403

Login


Questo sito usa i cookies per migliorare la navigazione e l'esperienza di navigazione. I cookies utilizzati per le operazioni essenziali sono stati settati. Per maggiori informazioni visitate la pagina dedicataprivacy policy.

Accetto i cookies da questo sito

Informazioni sito garante